• Pagine166
  • Prezzo18.50
  • Anno2018
  • ISBN978-88-8273-170-0
  • Note
Aggiungi al carrello

Giorgio Verzotti

Mario Merz L'artista e l'opera, materiali per ritratto

Mario Merz (1925-2003) è stato tra gli artisti italiani uno dei più rappresentativi dell’arte europea del secondo dopoguerra, riconosciuto come tale in tutto il mondo. Esponente di spicco dell’Arte Povera italiana, ha saputo rinnovare il linguaggio dell’arte, dalla pittura, alla scultura, all'installazione, attraverso l’adozione di materiali desunti dalla natura. Nella visione dell’artista infatti, l’individuo deve ritrovare un rapporto armonico con l’ambiente. Le sue opere sono conservate nei più importanti musei e presso le più prestigiose collezioni private internazionali. Questo libro è il primo saggio monografico pubblicato in Italia dopo la morte dell’artista. Il testo prende in esame l’intero arco creativo dell’artista, dagli esordi nella Torino del dopoguerra, anni che lo vedono impegnato nella pittura figurativa, seguendone poi le vicende insieme a quelle dell’ambiente artistico di quell’epoca, dagli anni intorno al fatidico 1968, quando Merz entra a far parte del gruppo Arte Povera, al suo riconoscimento internazionale nel corso degli anni ottanta e novanta. Ogni capitolo è dedicato a un ciclo di opere, pertanto il lettore potrà sincerarsi sulla genesi degli igloo, dei tavoli coperti di frutta e verdura, dei grandi dipinti dedicati al tema degli animali, del ricorso alla serie numerica di Fibonacci. Il volume è arricchito da numerose testimonianze, frutto di incontri fra l’autore e colleghi ed amici dell’artista, che ne chiariscono aspetti del carattere e soprattutto mettono in luce il suo metodo di lavoro.

 

Giorgio Verzotti, noto e stimanto critico d’arte e curatore, è stato curatore capo presso il Castello di Rivoli e il Mart di Rovereto. È stato inoltre Direttore artistico di Arte Fiera a Bologna. È corrispondente per la rivista americana Artforum e insegna Estetica del contemporaneo all’Università Cattolica e Storia dell’arte contemporanea alla NABA, entrambe a Milano.