• Pagine224
  • Prezzo26.00
  • Anno2021
  • ISBN978-88-8273-183-0
  • NoteIl pensiero dell'architettura n. 12
Aggiungi al carrello

Carmen Espegel

Donne architetto nel Movimento Moderno

Questo libro riscrive la storia dell’architettura contemporanea per collocare in modo adeguato quelle donne che, da architetto, hanno contribuito a costruire il Movimento Moderno. Partendo da un’indagine che rilegge il ruolo delle donne tanto nella società che nello specifico dell’architettura, Carmen Espegel, rinomata cattedratica della ETSAM di Madrid, esamina la transizione delle donne da semplici assistenti a vere e proprie progettiste a partire dall’avvento della modernità. 

Questa disamina è fondata e testimoniata attraverso la lettura delle vite di quattro donne, note pioniere e protagoniste nel campo dell’architettura: Eileen Gray, Lilly Reich, Margarete 

Schütte-Lihotzky e Charlotte Perriand. Attraverso il racconto delle loro biografie e delle loro opere, l’autrice ci stimola ad analizzare e ad osservare il mondo da una prospettiva in cui femminile e maschile non sono esclusivi né tanto meno contrapposti, cosicchè si possa imparare da quel passato e dalle gesta di quelle donne come costruire un futuro tra uomini e donne che poggi non tanto e solo su basi paritetiche ma, soprattutto, complementari.

 

Carmen Espegel, docente presso la Politecnica di Madrid e progettista insignita di numerosi premi, è direttrice del gruppo di ricerca "Collective Housing". Ha espresso il proprio pensiero critico in diversi libri, tra cui: Aires Modernos, E. 1027: Maison en bord de mer by Eileen Gray and Jean Badovici (2010)  Collective Housing in Spain 20th Century Vol. I (2013) e Vol. II (2016). Uscito nel 2006, il volume che qui presentiamo, è il suo primo libro tradotto in Italia.